Vieni a trovarci in cantina

E scopri un vino fatto con amore dalla barbatella al bicchiere

La nostra cantina si trova a Treiso, un piccolo comune fra Alba e Barbaresco.

Qui si possono ammirare i paesaggi tipici della Bassa Langa: colline morbide, “pettinate” in vigneti ordinati che si arrampicano fino in cima ai bricchi più alti.

La nostra famiglia coltiva questa terra da tre generazioni: già mio nonno Pietro infatti, nato nel 1878, possedeva diversi ettari vitati di cui si occupava in prima persona.

All’epoca si vinificava una piccola parte della produzione, solo per uso famigliare, e le uve venivano vendute alle grandi cantine della zona.

Quando sono nato io, nel 1978, lavoravamo con circa 7 ettari di vigne, e oggi, nel 2016, ne coltiviamo circa 44, alcuni di proprietà e altri in affitto.

Se deciderai di venire a trovarci in cantina, ti accoglieremo a braccia aperte

Un giro in cantina

La visita in cantina inizia nei locali di invecchiamento, dove i nostri vini riposano nelle botti, rigorosamente grandi e di rovere.

La scelta della botte grande, molto “controcorrente” rispetto alla moda in voga di usare barrique e tonneau, è fondamentale nella mia visione del vino.

Bisogna rispettare non solo la tradizione locale, ma soprattutto il terroir.

La botte grande cede pochissimi aromi al vino, e soprattutto per quei vini “importanti” come il Barbaresco ne ammorbidisce il gusto senza aggiungere profumi e sapori estranei.

Solo così, secondo me, si può produrre un vino che rispetti le caratteristiche del vitigno da cui nasce, e del vigneto in cui viene coltivato.

Ci spostiamo poi nei locali di vinificazione, dove avviene la magia delle fermentazione e il mosto si trasforma in vino. Qui puoi scoprire le tecniche di produzione delle diverse tipologie: bianchi, rossi e rosati.

E infine si visitano i locali di lavorazione, dove pressiamo e pigiamo l’uva appena vendemmiata, travasiamo il vino appena vinificato e imbottigliamo il prodotto finito.

Pier & la Cantina

Sono nato nel 1978, 100 anni giusti dopo mio nonno. Sono cresciuto vedendo lui e mio padre coltivare la vite, e mi sono messo in testa che un giorno avrei seguito il ciclo completo: dall’uva alla bottiglia.

E così dopo il diploma agrario, nel 2000 mi sono rimboccato le maniche e ho iniziato a vinificare i frutti del nostro lavoro.

Mi piacciono le sfide e la sperimentazione: dall’uso della botte grande quando impazzava la moda della barrique, fino alla decisione di lavorare anche con vitigni non piemontesi, non mi sono mai tirato indietro.

In cantina cerco di intervenire il meno possibile: la vinificazione è un processo naturale e la virtù del cantiniere è la pazienza.

Bisogna sapere aspettare, ma sei hai lavorato bene in vigna, puoi ottenere grandi risultati.

Non uso gelatine o sostanze animali, e l’unico elemento estraneo che entra in contatto con il mio vino è la bentonite, un’argilla che uso per chiarificare e filtrare.

La degustazione

“Ti seguirò personalmente nel tuo viaggio alla scoperta dei profumi e dei sapori della nostra terra.”
~ Sara

Dopo aver visto come il vino si produce, è arrivato il momento di assaggiarlo.

Potrai scegliere fra più di 20 etichette, alcune molto tradizionali… e altre più sperimentali!

Il Barbaresco e il Terroir

Più morbido e facile da bere rispetto al Barolo, il Barbaresco è un vino elegante, raffinato, con profumi molto complessi e una bocca vellutata.

Ne produciamo 4 diversi tipi: un Barbaresco DOCG, invecchiato 24 mesi, un Riserva invecchiato 36 mesi, e il Cru Rio Sordo, prodotto con le uve di un solo vigneto, in variante 24 mesi e 36 mesi.

Assaggiandoli, hai l’occasione di sperimentare in prima persona l’influenza che la zona di produzione può avere sul vino: profumi e sapori ben definiti, legati a doppio filo con la vigna e il suo microclima.

Dolcetto & Barbera

A fianco dei vini a base Nebbiolo proponiamo poi due grandi classici della tradizione contadina piemontese.

Il Dolcetto d’Alba, prodotto come si faceva una volta, leggero, facile, da bere a tutto pasto, e la Barbera (di Alba e di Asti), un vino dalla spiccata acidità, ma estremamente pieno e rotondo.

L’Insieme

Un blend fra Barolo e Barbaresco, che riesce ad unire la potenza del primo con la morbidezza del secondo.

Gli Asnas

I due Asnas sono vini sperimentali, nati dalla mia voglia di cimentarmi con qualcosa di nuovo.

Il rosso è un assemblaggio di Barbera, Nebbiolo e Petit Verdot, un vitigno francese che regala un colore molto intenso al vino.

Il bianco invece è un assemblaggio di Chardonnay, Arneis e Incrocio Manzoni, un vitigno veneto molto fruttato. Il suo profumo ricorda i bianchi del Friuli: intensi e ricchi.

Ho deciso di chiamarli Asnas (che in piemontese significa “asinaccio”) perché quando dissi che volevo impiantare del Peit Verdot sulle nostre colline, tutti mi diedero del somaro…

ma io testardamente non mi sono tirato indietro!

A spasso per le vigne

Se ti piace l’idea di fare due passi all’aria aperta, ti porteremo a scoprire il luogo in cui nasce il vino.

Faremo una passeggiata su per la collina di Alta Villa, dove hanno sede alcuni dei nostri vigneti più grandi, e da cui è possibile scorgere Alba e alcuni dei più grandi Crus del Barbaresco.

Dettagli & prenotazioni

Offriamo diversi tipi di degustazione, per soddisfare le esigenze di chi ha poco tempo, e di chi, al contrario, preferisce rendersela più comoda.

Degustazione di Base

Degustazione accompagnata solo da qualche piccolo stuzzichino.

Costo: gratuita.

Aperitivo in cantina

Degustazione dei nostri vini con assaggi di salame e formaggi.

Costo: 10€ a persona.

Apericena in Cantina

Con una selezione di antipasti della tradizione piemontese.

Costo: 20€ a persona.

Brunch in cantina

Un vero e proprio pasto con piatti anche caldi, per i piccolo gruppi (max 8 per.).

Costo: 20€ a persona.

Su richiesta è possibile concordare degustazioni vegetariane, vegane, biologiche e piatti per bambini.

Prenota

  • es: "11:30", oppure "pomeriggio"
  • Se hai qualche richiesta particolare, scrivila qui 🙂

Informazioni Utili

Gruppi
Possiamo ricevere gruppi fino a un massimo di 70-80 persone.

Parcheggio
E’ presente un ampio parcheggio in grado di ospitare anche un pullman (CHIEDERE)

Animali domestici
Gli animali sono i benvenuti, a patto che siano “tranquilli” (abbiamo anche noi due cani)

Pagamenti accettati
Accettiamo come pagamento il contante, tutte le carte di credito e il bancomat

IMPORTANTE: è necessario un preavviso per organizzare la degustazione. Ti chiediamo quindi gentilmente di prenotare usando il modulo qui sotto oppure di telefonarci al +39 0173 638041.

Da vedere nei dintorni

ALBA

Detta anche la “Città delle Cento Torri” per le sue costruzioni difensive che ne circondavano il perimetro, ad Alba ogni anno si tiene la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco e il famoso Palio degli Asini.

NEIVE

Tra Barbaresco e Castagnole delle Lanze troviamo uno dei paesi eletto come uno dei Borghi più belli d’Italia. Importantissime le sue pregiate cantine vitivinicole, le quali producono vini che trovano posto sulle tavole più rinomate.

BARBARESCO

Posto su una delle rocche lungo le anse del fiume Tanaro, nel centro del paese si erge l’imponente torre di Barbaresco. Restaurata e visitabile, è una delle principali attrazioni del territorio.

GUARENE

Nel centro del paese troviamo il castello barocco. Gli ambienti distribuiti sui due lati del salone centrale sono il cuore della casa-museo dove l’ospite può perdersi nelle meraviglie del passato. 

NEVIGLIE

Ubicato nelle Langhe occidentali terra di Moscato, Dolcetto e Barbera custodisce nella Chiesa di San Giorgio una pala d’altare del Macrino d’Alba, raffigurante Lo sposalizio mistico di Santa Caterina di Alessandria.

COLLINE UNESCO

Le colline delle Langhe sono dal 2014 Patrimonio dell’Unesco. I paesaggi sono un susseguirsi di colori e sfumature che cambiano a seconda della stagione, rendendole una sfida per ogni fotografo!